Il Consiglio comunale di Polla ricorda il Sindaco Rocco Giuliano. Ha avuto luogo, questo pomeriggio, il primo Consiglio senza la presenza del Sindaco Giuliano, scomparso lo scorso 31 maggio. La seduta è cominciata con un minuto di silenzio e con la deposizione della fascia tricolore e di un mazzo di fiori sulla sedia solitamente occupata dal primo cittadino.

E’ un argomento che non avremmo mai voluto trattare – esordisce il presidente del Consiglio comunale Giovanni CorletoLa sedia vuota è la metafora del vuoto di chi fino a ieri la occupava con grandissimo orgoglio. Sarà difficile anche per queste mura abituarsi alla sua assenza. È stato un raro esempio di dedizione politica e ha dimostrato di possedere i valori basilari della democrazia repubblicana. Si è sempre distinto e sarà ricordato per la sua naturale attitudine al confronto politico, mai violento e prevaricatore. Il suo lascito rappresenta un pesante fardello per coloro i quali vorranno mettersi a servizio della gente e del territorio”.

Commosso, il vicesindaco Massimo Loviso ricorda gli anni trascorsi al fianco di Giuliano:“Nei miei 21 anni di presenza sono stato sempre al fianco di Rocco, sempre insieme. Sono commosso anche perché per la prima volta non ritrovo Rocco al mio fianco. Mi sento più solo e più vuoto. Durante questi giorni ho avvertito il peso della sua assenza, ho avuto modo di constatare quanti amici aveva e vedere quanto dolore ha provocato la sua morte. Se pur questa legislatura sta giungendo al capolinea, abbiamo l’obbligo tutti di proseguire su quella strada tracciata anni fa e basata su valori nobili. Questa è stata la sua casa e ha trasmesso a tutti noi l’amore per Polla e per i pollesi. È stato il sindaco della gente. Oggi piangiamo la tua assenza ma avremo l’obbligo di ricordare i tuoi insegnamenti”.

Le grandi doti umane e politiche sono emerse anche dai discorsi tenuti in aula dal capogruppo di maggioranza Fabio Petrullo e dal consigliere indipendente Graziano Vocca.

Grande commozione per la perdita è stata espressa anche dal capogruppo di minoranza Fortunato D’Arista che gli ha dedicato parole di affetto e stima e ha sottolineato il rapporto di collaborazione e di dialogo che aveva con la minoranza. “Il sindaco Giuliano ha sempre rispettato le forze di minoranza e in particolare questo gruppo da me rappresentato – commenta – Lui ci ha sempre sostenuto. Abbiamo sempre partecipato insieme a lui e quando occorreva fare battaglia per il territorio non ci siamo sottratti. Per me è un momento difficile, sembra di vivere un brutto sogno. Il rispetto che aveva è qualcosa di indescrivibile. Ho sempre apprezzato l’uomo. L’ho affrontato molte volte e lo facevo con la consapevolezza di affrontare un gigante politico”.

Presenti alla cerimonia l’assessore regionale allo Sviluppo e Turismo Corrado Matera e i figli Fabrizia e Vincenzo. Alla fine della cerimonia commemorativa nel luogo da lui considerato una seconda casa è stata affissa un targa in suo ricordo.

– Annamaria Lotierzo –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*