Goletta Verde, il battello ambientalista simbolo della campagna organizzata da Legambiente per monitorare e difendere il mare italiano, è arrivata questa mattina a Sapri, ultima tappa del tour in Campania dopo Pollica, Palinuro e Marina di Camerota visitate nei giorni scorsi.

Un programma intenso voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale per riaffermare la grande attenzione verso la tutela dell’ambiente e del paesaggio. Dopo l’arrivo al porto di Sapri, sono state consegnate al sindaco Giuseppe Del Medico le 4 Vele di Legambiente ed è stato visitato il cantiere dei lavori di demolizione dell’ex cementificio in località Pali, dove si è proceduto ad abbattere alcune parti della struttura.

Presenti per l’occasione il responsabile di Goletta Verde, Serena Carpentieri, Michele Buonomo, Presidente Legambiente Campania, Enzo Maraio, consigliere regionale, il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, e il primo cittadino di Sapri.

Tre anni fa -ha dichiarato Giuseppe Del Medico- in occasione della visita di Goletta Verde, fu sottoscritto il protocollo d’intesa per l’abbattimento del cementificio“. Oggi si è quindi dato ufficialmente inizio alle attività di demolizione dell’ecomostro, sebbene i lavori fossero già iniziati da qualche settimana.

Abbattere gli ecomostri, legali o illegali, è una priorità di questa terra ancora martoriata dal cemento – dichiara Serena Carpentieri – Quello di Sapri è un segnale di come un’amministrazione può intervenire per difendere i suoi paesaggi, anche se non si è in presenza di abusi edilizi. Insomma notizie che ci fanno ben sperare. I paesaggi costieri sono uno straordinario patrimonio e costituiscono una parte rilevante della nostra identità oltre che una potenzialità unica di valorizzazione turistica ed economica”.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*