Il Comune di Sapri organizza la quinta edizione del “Premio Nazionale don Giovanni Iantorno”, che si terrà venerdì 29 luglio sul Lungomare Italia.

Istituito nel 2012, l’evento intende ricordare l’ex parroco di Sapri che, alla fine degli anni Settanta, guidò un comitato di lotta popolare con l’obiettivo di aprire l’ospedale, completato da decenni e mai reso funzionale. Il 28 luglio 1979 una folla immensa occupò i binari della stazione ferroviaria di Sapri, bloccando il traffico dei treni per circa dodici ore. L’obiettivo fu raggiunto: il primo settembre 1979 l’ospedale fu aperto.

Il “Premio Iantorno” viene assegnato a personalità o associazioni che si distinguono nel campo dell’affermazione dei diritti costituzionali, della legalità, della difesa del creato e della lotta al disagio giovanile.

Quest’anno il Premio sarà assegnato alla “Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore”, scelta per la centralità assegnata ai temi della legalità e del rispetto per l’ambiente, per il contributo dato allo sviluppo della ricerca di una nuova economia eco-compatibile e per la determinazione a sostenere la buona politica.

La serata del “Premio Iantorno” sarà strutturata in due parti strettamente collegate tra loro. Alle 21.30 avrà inizio un momento di riflessione sul tema “Legalità e ambiente, un rinnovato impegno sulla tutela del mare”. Al dibattito prenderanno parte Giuseppe Del Medico, sindaco di Sapri, Giuseppe Cilento, presidente “Cooperativa Nuovo Cilento”, Anna Garofalo, referente provinciale “Libera”, Dario Vassallo, presidente “Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore”. Coordinerà il giornalista Gaetano Bellotta.

Sarà poi consegnato il premio e, a seguire, si terrà la seconda parte della serata, “Per non dimenticare Angelo Vassallo”, con la proiezione del film “Il Sindaco Pescatore” del regista Maurizio Zaccaro e Sergio Castellitto nei panni del protagonista.

– Filomena Chiappardo –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*