A fronte di tanti “furbetti” che percepiscono il reddito di cittadinanza senza averne neanche addirittura i requisiti, salta invece agli occhi la notizia che viene da San Rufo dove un giovane, percettore del reddito di cittadinanza, si è offerto dal primo momento, come volontario, per fornire il proprio contributo nella raccolta dei rifiuti nel proprio paese.

Si tratta di Davide Bengardino, giovane che dal primo momento ha chiesto ed ottenuto di potersi rendere utile alla comunità.

E’ un gran bel gesto quello di cui si sta rendendo protagonista il nostro Davide – riferisce il consigliere comunale di maggioranza Domenico Setaro -. Personalmente, sul piano ideologico, sono stato sempre un po’ scettico sull’istituzione del reddito di cittadinanza, però, di fronte a queste situazioni, non ci resta che toglierci il cappello. Personalmente, in qualità di consigliere comunale, voglio esternare a Davide la gratitudine mia e dell’intera compagine amministrativa per il suo gesto, partito da una sua esplicita richiesta. Se tutti i percettori del reddito di cittadinanza si comportassero come Davide, sarebbe veramente una cosa bella!”

E così Davide Bengardino, tutte le mattine, con severa puntialità, si presenta sul posto di lavoro per dare il suo contributo nella raccolta dei rifiuti nel suo comune, affiancando gli operatori ecologici.

Specialmente in questo momento in cui i comuni trovano non poche difficoltà a procedere con nuove assunzioni – riferisce il sindaco di San Rufo Michele Marmoc’è bisogno più che mai di forza lavoro da impegnare nei settori in cui maggiormente se ne avverte la necessità. Per questo motivo l’esempio di Davide è davvero da lodare in quanto è stato proprio lui ad offrirsi volontario perché, a fronte dei soldi che riceve, vuole dare il suo contributo alla comunità alla quale appartiene“.

La notizia proveniente da San Rufo fa da contraltare con l’indagine del Comando Provinciale dei Carabinieri di Salerno che  ha portato alla scoperta di 86 “furbetti”sull’intero territorio provinciale, che percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto. Tra questi 10 residenti a Montesano sulla Marcellana, 7 a Sala Consilina, 2 a Sant’Arsenio, 2 a Sassano, 2 a Padula, 2 ad Atena Lucana e 1 a Monte San Giacomo per un totale di 26 persone.

– redazione –

2 Commenti

  1. Davide se prendi il reddito vuol dire che non te la passi così bene giusto? Altrimenti non ne avresti avuto i requisiti. Ok. Ora, dico io, è giusto che uno che non se la passa bene debba ANCHE sentirsi in COLPA per una cosa che gli spetta e che non sta rubando a nessuno? Quindi essere in difficoltà è una colpa da espiare?? Ma non esiste! Tra l’altro il reddito favorisce tutte le attività intorno a te (dato che devi spenderlo per forza). E’ anche (era anche, perchè lo toglieranno) una misura per l’economia. Il bar o il supermercato o il negozio coi tuoi soldi ci pagano i dipendenti e le spese. Quindi, piuttosto, pretendi un lavoro. Un lavoro vero. Non hai nulla per cui sentirti in colpa! Deve sentirsi in colpa lo Stato per non avertelo trovato prima un lavoro.

  2. Complimenti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*