La valorizzazione dei prodotti tipici locali, pensando al futuro e ai possibili risvolti economici sul territorio. Sono queste le linee guida alla base del progetto condiviso tra il Comune di San Pietro al Tanagro, la Pro Loco San Pietro al Tanagro e la Banca Monte Pruno. Un mix di contenuti che punta a favorire anche la nascita di nuove attività imprenditoriali che operino nel campo dei prodotti locali.

Sulla base di queste premesse giovedì 6 agosto, alle ore 17.00 a San Pietro al Tanagro presso il Polo Multifunzionale in via Roma, sarà presentata la X edizione della Festa della Cipolla alla presenza di Domenico Quaranta, sindaco del Comune di San Pietro al Tanagro, Michele Giallorenzo, presidente della Pro Loco di San Pietro al Tanagro, Cono Federico, Responsabile Area Direzione della Banca Monte Pruno, Antonio Pagliarulo, assessore al Turismo del Comune di San Pietro al Tanagro, Vitantonio Lombardo, chef della Locanda Severino, e Angelo Amodeo, titolare della Gelateria “Amodeo”.

La valorizzazione della cipolla, che si inserisce a pieno titolo nel paniere degli ortaggi nostrani, viene riproposta da ben dieci anni dalla Pro Loco e quest’anno si svolgerà il 14 e il 15 agosto proprio nel centro storico di San Pietro al Tanagro. Per festeggiare la X edizione la preparazione di alcuni piatti sarà curata dallo chef Vitantonio Lombardo della Locanda Severino (2 Forchette Gambero Rosso, 1 Stella Michelin e 1 Cappello L’Espresso). Arricchirà ulteriormente il menu uno speciale gelato creato e preparato per l’occasione da Angelo Amodeo della Gelateria Amodeo di Sant’Arsenio.










Continua, inoltre, l’impegno congiunto della Pro Loco e del Comune di San Pietro al Tanagro per la valorizzazione della cipolla sanpetrese anche attraverso recenti ricerche storiche condotte dal dottor Vitolo, che verranno presentate quest’anno insieme ai risultati del lavoro svolto dal professor Nunziata e dal dottor Quagliariello. L’obiettivo è creare le condizioni per favorire una maggiore produzione e trasformazione del prodotto grazie a piccoli imprenditori locali puntando, soprattutto, ad incentivare i giovani nella creazione di imprese agricole, grazie al supporto della Banca Monte Pruno.

– redazione – 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*