Dieci candeline spente ieri sera per la rinomata Festa della Cipolla di San Pietro al Tanagro che ha preso il via abbinando gastronomia locale e valorizzazione del borgo sanpetrese. La manifestazione è stata promossa dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro e proseguirà anche questa sera con l’obiettivo di promuovere la regina degli ortaggi, all’interno di una serie di visite guidate lungo il paese.

Un itinerario ricco di pietanze da Piazza Plebiscito a Via XXIV Maggio fino a Largo Chiesa, piatti a base del prelibato ortaggio che inebriano i visitatori in questi due giorni. I cultori della sagra ieri sera hanno potuto degustare gli immancabili anelletti di cipolla con panatura di granturco e la composta di cipolla su caciocavallo arrostito ma non sono mancate le novità per chi anche questa sera vorrà sperimentare nuovi sapori.

La cucina popolare sanpietrese, infatti, quest’anno ha sposato lo chef stellato Vitantonio Lombardo della Locanda Severino che ieri sera ha presentato agli amanti della buona gastronomia un primo piatto di strascinati con cipolla di San Pietro, briciole di salsiccia e pane croccante.




Dulcis in fundo anche per i golosi: dal gelataio Angelo Amodeo l’invito a degustare la sua ultima creatura “di pane” accompagnata da marmellata di cipolla “violet”, una delizia per i palati più curiosi.

L’appuntamento con la festa della Cipolla torna questa sera con un menù ricco che comprende anche il soffritto, la salsiccia, il piatto “patane e cepodde arraganate”, la pizza di cipolle, la zeppola e tanto da buon vino locale.

– Tania Tamburro –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*