Torna in libertà G.C., il 46enne di Sala Consilina arrestato venerdì scorso dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sala Consilina con l’accusa di detenzione di materiale esplosivo.

Questa mattina si è tenuta presso il Tribunale di Lagonegro l’udienza di convalida. Il GIP Vincenzo Saladino ha convalidato l’arresto compiuto dagli uomini del Tenente Davide Acquaviva e ha rimesso in libertà il 46enne che si trovava agli arresti domiciliari. Nei confronti di G.C., difeso dagli avvocati Francesco Di Paola e Domenico Amodeo, il giudice ha disposto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

I Carabinieri avevano arrestato il 46enne dopo aver trovato, nel sottoscala di uno stabile ubicato in via Sagnano a Sala Consilina, degli ordigni di fabbricazione artigianale tra loro collegati per essere poi fatti esplodere attraverso un sistema radiocomandato.

Gli artificieri del Nucleo Investigativo dell’Arma, hanno definito “ad alto potenziale distruttivo” i quattro ordigni artigianali il cui peso complessivo è di circa quattro chilogrammi.

– Erminio Cioffi –


  • Articolo correlato:

24/9/2016 – Sala Consilina: 46enne arrestato per detenzione di materiale esplosivo


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.