La riapertura del carcere di Sala Consilina, nonostante la sentenza del TAR che ha annullato il provvedimento di chiusura, inizia a diventare un miraggio. A gettare acqua sul fuoco della speranza, accesa dai giudici amministrativi, ci ha pensato ieri pomeriggio a Teggiano il Sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore in occasione di un convegno dedicato alla stato di salute delle carceri in Italia.

Migliore nel suo intervento e nell’intervista rilasciata alla stampa ha fatto capire che il Dicastero di via Arenula ricorrerà al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR di Salerno, ma ha aggiunto anche che questo potrebbe non accadere se il comune dovesse decidere di rinunciare alle sue pretese, nonostante la vittoria al TAR. Parole che, da qualcuno in platea, sono state interpretate come una chiusura preventiva a qualsiasi possibilità di poter far tornare a Sala Consilina la casa circondariale.

Non la pensa così invece il Presidente del Tribunale di Lagonegro Matteo Claudio Zarrella che ha criticato la scelta di chiudere la casa circondariale di Sala Consilina. “Si viola il principio della territorialità – ha sottolineato il magistrato – e si violano i diritti dei detenuti. Non bisogna dimenticare che i detenuti sono esseri umani e hanno dei diritti che vanno rispettati ed è impensabile che in tutto il circondario del Tribunale di Lagonegro non ci sia un carcere”.

Le parole di Migliore hanno scatenato l’ira del sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone che ha definito “vergognoso” il modo in cui è stata trattata la questione. “Questa sera – ha tuonato Cavallone – ho capito che nel PD partito al quale appartengo di democratico c’è soltanto il nome. Dopo aver ascoltato l’on. Migliore voterò No al referendum”.

– Erminio Cioffi –


  


 

Un commento

  1. michelina chirichella says:

    Gennaro Migliore (Napoli, 21 giugno 1968) è un politico italiano, dal 29 gennaio 2016 ricopre l’incarico di Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia nel Governo Renzi.

    Già dirigente del Partito della Rifondazione Comunista, è stato deputato e capogruppo di Rifondazione Comunista – Sinistra europea dal 2006 al 2008. È stato capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà alla Camera nella XVII Legislatura fino a giugno 2014, quando ha lasciato il partito per entrare quattro mesi dopo nel Partito Democratico. Quando si dice i volta cabana della situazione ce li ritroviamo sempre nel PD al fianco di Renzi,il “personaggetto”,come direbbe un’altro loro amico del PD campano “DE LUCA” che ci propina la “SCHIFORMA”.Quanto al sindaco Francesco Cavallone,vorrei chiedergli ,scusi ma oggi parla di ingiustizie e grida allo scandalo ,ma dov’era quando si lottava x il tribunale?e chi qualche settimana fa a Sala Consilina,violando anche il regolamento comunale,con tanto di stemma comunale portava ad un convegno x il SI l’On.Pittella.Perchè si cerca sempre di salire sul carro del vincitore o si cerca di fare del buonismo politico x interessi inesistenti nei confronti o a difesa di una cittadina Sala C.na che oramai poco o nulla ha da difendere?Bisogna varcare le montagne quando i giochi sono ancora aperti ed eventualmente poterli sovvertire quando le cose sono ormai chiuse le cause sono tutte perse e NOI in queste ns triste paese siamo diventati e siamo famosi x le cause “PERSE”così ci vedono i paesi intorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.