Grande festa ieri sera a Sala Consilina per la riapertura al culto della chiesa di Santo Stefano Protomartire, situata sul Corso Cavour a pochi passi dalla Piazza. La chiesa è stata chiusa per un anno e mezzo per consentire lavori urgenti di rifacimento del tetto e di potenziamento e messa in sicurezza del campanile.

La cerimonia, che ha visto la sentita partecipazione di tutta la comunità, è stata officiata dal Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro S.E.Mons. Antonio De Luca e dai parroci don Domenico Santangelo, don Elia Guercio, don Vincenzo Gallo e don Michele Casale.

Abbiamo riconsegnato alla comunità questo immobile di particolare interesse storico, artistico e affettivo – commenta il Vescovo -. Con lo sforzo notevole della comunità, della Diocesi e della Conferenza Episcopale Italiana, i fondi dell’8 per mille sono stati destinati al recupero del tetto e del campanile con la messa in opera di particolari tecniche che consentono il suono delle campane senza pregiudicare l’incolumità delle persone. E’ una gioia poter riaprire questo luogo di culto“.

Anche don Domenico a fine Messa ha ringraziato chi con dedizione ha lavorato affinché si completassero i lavori e i parrocchiani, che anche questa volta hanno contribuito alla riapertura. “Il tempo occupato dai lavori è stato molto impegnativo, attraversato da molteplici timori, disagi e fatiche – sottolinea -. Ciò che ha sostenuto tutto quello che abbiamo fatto è stata la speranza, sapevamo che Dio avrebbe portato a compimento tutto con il nostro fattivo impegno. La preghiera è stata sempre fonte di sicura consolazione. Abbiamo beneficiato di un finanziamento di circa 150mila euro, sembrava una manna risolutiva di ogni problema però poi il campanile ha richiesto oneri maggiori“.

C’è bisogno, inoltre, di effettuare numerosi e urgenti lavori di recupero conservativo, ripristino e messa in sicurezza degli affreschi e cicli pittorici.

Erano presenti Presidente del Consiglio comunale Anna Di Somma, il sindaco Francesco Cavallone con l’Amministrazione comunale, il Comandante della Sottosezione della Polizia Stradale di Sala Consilina, l’ispettore Nicola Molinari, il Comandante dei Carabinieri della locale Stazione, il Luogotenente Raffaele D’Amato, la Polizia Municipale, il presidente delle ACLI Salerno Gianluca Mastrovito e tutte le ditte che hanno preso parte ai lavori.

– Annamaria Lotierzo –

Un commento

  1. Franco Sala pulita says:

    Il vostro sindaco sempre in prima linea,senza fare sforzi e prendersi meriti che non ha, e non si rende confo delle figure di cac.. che fa.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*