Sacerdoti “no vax”, la lettera di Mario Polichetti all’Arcivescovo di Salerno. Il coordinatore provinciale dell’Udc, nonché vicesegretario regionale e responsabile nazionale sanità, scrive a Monsignor Andrea Bellandi sollecitando una presa di posizione chiara e netta nei confronti dei sacerdoti che non si sono sottoposti al vaccino anti Covid.

Il compito di coloro che presiedono una comunità religiosa o civile si avvalora per la testimonianza e l’esempio che si è capaci di dare in un tempo come questo dove si ha bisogno di testimoni e non solo di oratori – afferma Polichetti – L’esempio e le parole di Papa Francesco sono da imitare senza alcuna reticenza. Specie in ambito di salute pubblica il sacerdote che vive tra il popolo e per il popolo non può esimersi dal dare per primo l’esempio di ascolto e condivisione delle direttive sanitarie a prescindere dalle proprie convinzioni a ragione del suo ministero che resta pubblico e non privato. Il servizio pastorale alle nostre comunità passa dal dare e pretendere sicurezza sanitaria specie se i destinatari sono anziani e bambini“.

Polichetti richiama, in particolare, le indicazioni dello stesso Vescovo: “Invito a dare seguito alle sue direttive con un controllo capillare dal momento che viene riferito che si continua ad amministrare la comunione pur non vaccinati. Sono certo che lei comprenderà queste osservazioni e riflessioni dettate dalla drammaticità del momento che non consente, purtroppo, mistificazioni, superficialità e disobbedienza alle regole cui tutti siamo tenuti ad attenerci e che, se non osservate, vanificherebbero il sacrificio umano anche in termini di vite, che tutti stiamo sopportando“.

  • Articolo correlato:

6/1/2022 – Preti No Vax. Pugno duro dell’Arcivescovo di Salerno:”Vietato dare l’Eucarestia ai fedeli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano