Ancora disagi per la consegna della posta nel Vallo di Diano. Molti cittadini, infatti, lamentano la consegna della posta in eccessivo ritardo, tanto che il sindaco di Teggiano Michele Di Candia è intervenuto per far presente quella che molti cittadini definiscono “una situazione ormai insostenibile“.

Sono stato costretto a intervenire perchè molti concittadini mi hanno riferito di non ricevere la posta da 15 o 20 giorni – afferma il primo cittadino – in particolare nelle località di San Raffaele e San Marco“.

Di Candia ha fatto presente alla dirigenza territoriale di Polla di Poste Italiane che “il nuovo progetto di consegna messo in campo da Poste Italiane per la consegna della posta è completamente inadeguato e iniquo per il nostro territorio, perchè giungono sul nostro territorio portalettere che non sono del posto, che alcune volte hanno difficoltà a trovare i destinatari, ma invece di prendersi la briga di cercarli ripetutamente, li fanno risultare non reperibili, mandando indietro la posta, che resta in giacenza per giorni e giorni“.

Non è la prima volta che l’Amministrazione fa presente il problema: “Alcuni mesi fa abbiamo indirizzato una delibera di Giunta al Comune di Buccino, Ente capofila per il progetto. Ringrazio, tra l’altro, Angela Saggese che ha profuso molto impegno per far valere le nostre ragioni sul tema. Questa è una battaglia che porteremo ancora avanti finchè non si giunge a una soluzione“.

Dopo l’esposto del sindaco “sono state disposte le consegne straordinarie della posta rimasta accumulata nelle sedi centrali. Spero che nei prossimi giorni venga quindi smaltita e consegnata la posta che attendono ormai da troppo tempo i cittadini e le imprese, che da questo ritardo subiscono spesso dei danni“.

– Maria De Paola –

 

Un commento

  1. Dott. Nunzio Antonio Babino says:

    Il Sindaco Michele Di Candia ha proprio ragione: LA SITUAZIONE E’ ASSOLUTAMENTE INSOSTENIBILE !
    Oggi ho dovuto constatare che posta importante, spedita dalla Banca e Bollette arretrate, sono state abbandonate sulla ringhiera a ciglio strada e non consegnate al destinatario. La pioggia era in corso ed ha letteralmente distrutto il contenuto, rendendolo illeggibile.
    Questo, in un paese civile, non può assolutamente accadere e la Dirigenza di Poste italiane che opera a Polla, punto di smistamento della posta nel Vallo di Diano, deve doverosamente e con assoluta tempestività porre fine a questi scempi. Disservizio assoluto, con omissione di servizio !
    E’ una situazione da denuncia penale !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*