Sono state assegnate le risorse nazionali per favorire le attività di inclusione sociale.

Complessivamente sono stati assegnati 1 miliardo e 250 milioni di euro ai vari territori e per essi ai singoli Comuni e agli Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali.

Le risorse economiche, legate al PNRR, sono finalizzate a favorire attività di inclusione sociale per soggetti fragili e vulnerabili, come famiglie e bambini, anziani non autosufficienti, disabili e persone senza dimora.

Nello specifico i progetti degli Ambiti Sociali Territoriali ammessi al finanziamento nazionale e degli Ambiti Sociali Territoriali sono per la linea di rafforzamento servizi sociali e prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori sociali: Matera.

Per i percorsi di autonomia per persone con disabilità (progetti individualizzati) negli ambiti abitazione e lavoro: Potenza, Rapolla, Policoro, Viggianello, Matera, Irsina, Pietragalla.

Per la povertà estrema, iniziative di housing sociale di carattere sia temporaneo che definitivo: Matera e Policoro.

Per il rafforzamento dei servizi a supporto delle famiglie in difficoltà, sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini: Picerno, Marsicovetere, Rapolla, Irsina, Pietragalla.

Per l’autonomia degli anziani non autosufficienti: Viggianello.

Per il rafforzamento dei servizi sociali domiciliari, per garantire la diminuzione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione: Potenza e Matera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.