Il Coronavirus ha modificato le nostre abitudini quotidiane e la mobilità in questo non ha fatto eccezione. La pandemia ha influito molto sul settore dei trasporti e inevitabilmente si sono registrati dei cali. Le aziende del trasporto pubblico e privato si sono dovute adeguare a quelli che sono i protocolli dettati dal Ministero al fine di tutelare la salute dei dipendenti e dei cittadini ed evitare così la diffusione del Covid-19.

Di tutto questo abbiamo parlato con l’amministratore delle Autolinee Curcio con sede a Polla, Giuseppe Curcio.

La pandemia ha modificato soprattutto quello che riguarda la circolazione delle persone e ha stravolto tutte le abitudini – commenta Curcio – Nel corso dell’anno abbiamo registrato una forte contrazione in linea con l’andamento generale e nazionale. L’introduzione dell’obbligatorietà del Super Green Pass conta ancora di più e ha allontanato dall’utilizzo dei mezzi di trasporto”.

In controtendenza, l’Autolinee Curcio nel 2021 ha voluto investire con nuovi collegamenti, ripristinando quasi del tutto quelli che c’erano prima del Covid-19 con l’introduzione anche di nuove fermate.

Tante le speranze per una ripresa decisiva nel 2022 e la voglia di continuare a migliorarsi per offrire un servizio sempre attento che venga incontro a tutte quelle che sono le esigenze della clientela.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano