I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Buccino, nel corso di alcuni controlli mirati alla tutela del territorio nei pressi della zona industriale di Buccino, hanno scoperto cumuli di rifiuti nei pressi di una ditta che lavora tessuti.

Avviati gli approfondimenti del caso, hanno riscontrato che nel piazzale antistante l’azienda erano depositati rifiuti pericolosi e non, costituiti da contenitori di plastica contenenti in origine anche sostanze pericolose, sacchetti in tessuto con involucri di materiale plastico, cassette di plastica, basi in legno, carta, cartone, altro materiale plastico, materiale ferroso, residui della lavorazione del tessuto, contenitori con sostanze coloranti non diversamente classificabili, polistirolo, un cassone in ferro contenente i residui della lavorazione del tessuto, contenitori in metallo ossidati contenenti in origine sostanze pericolose, isolante bituminoso a rotoli, laterizi e calcinacci, contenitori di plastica con all’interno pietre e tessuti. Il tutto per un quantitativo complessivo di circa 370 metri cubi.

I militari hanno sequestrato l’area e i rifiuti speciali depositati in maniera illegale e hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria la titolare dell’azienda per il reato di deposito incontrollato di rifiuti. Nei suoi confronti è stata elevata anche la sanzione amministrativa di 10.000.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano