I militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Cipriano Picentino, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e repressione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nell’area litoranea del comune di Pontecagnano Faiano, sono intervenuti in località via Lago Lucrino dopo aver notato alzarsi del fumo. L’area, già soggetta a controlli specifici, era stata individuata come zona di smaltimenti illeciti di rifiuti grazie ai sorvoli effettuati da velivoli del 7° Nucleo Elicotteri Carabinieri.

Durante l’operazione i carabinieri hanno riscontrato la combustione illecita di diverse tipologie di rifiuti, più precisamente rifiuti vegetali derivanti da sfalci e potature di giardini ed aree verdi, di pallets (pedane in legno) deteriorate e materiale di risulta derivante dall’utilizzo di travi lamellari di abete, il tutto accatastato su terreno per un quantitativo totale di circa 500 metri cubi.

I militari hanno prontamente allertato i Vigili del Fuoco di Giffoni Valle Piana per le operazioni di spegnimento e contestualmente avviato gli accertamenti che hanno portato all’individuazione dell’autore dell’illecito smaltimento. Il terreno utilizzato è, infatti, nella disponibilità di un ampio complesso turistico/balneare che si trova in via Lago Lucrino ed utilizzato per depositare e smaltire rifiuti prodotti dall’attività imprenditoriale.

E’ stata quindi sequestrata una superficie di circa 300 metri quadrati su cui erano state effettuate le operazioni di deposito e combustione dei rifiuti e denunciato il responsabile all’Autorità Giudiziaria.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*