Anche questo pomeriggio, come ogni settimana, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha tenuto una conferenza in diretta Fb per fare il punto della situazione sull’emergenza epidemiologica e per illustrare le prossime azioni.

La diretta ha preso il via con un accenno alla polemica sugli assembramenti durante i festeggiamenti napoletani per la vittoria della Coppa Italia da parte dei tifosi della squadra di calcio partenopea. “A Torino durante i festeggiamenti della Champions ci sono stati feriti in piazza, a Milano avremmo avuto l’ira di Dio, – ha esordito De Luca – quello che è successo sarebbe successo ovunque per una vittoria sportiva. Ma siccome è capitato a Napoli, il cafone ha ritenuto di fare dei commenti. Quel cafone politico ha dimostrato di essere davvero tre volte somaro“.

Abbiamo l’orgoglio di aver salvato le nostre comunità con decisioni rigorose – ha proseguito – . Le misure prese per dare una mano alle imprese, alle famiglie, agli anziani, ai disabili, agli operatori turistici potrebbero far arrivare delle indicazioni anche al Governo nazionale impegnato negli Stati Generali. Si potrebbe fare un Piano per il lavoro per i giovani del Sud da mandare nella Pubblica Amministrazione e noi come Regione abbiamo dimostrato che si può fare. Prenda questo esempio il Governo nazionale“.

Si registrano ancora risultati positivi in merito al contagio in Campania, ma De Luca invita “a non abbassare la guardia e dimostriamo senso di responsabilità”.

Da lunedì 22 giugno l’uso delle mascherine sarà facoltativo all’aperto. Il Presidente della Regione ha chiarito che rimarrà obbligatorio portarle con sè e indossarle nei locali chiusi ma anche all’aperto quando ci sono affollamenti pericolosi, tipo le passeggiate sui lungomari delle città. “Non scherziamo e non immaginiamo che abbiamo risolto tutti i problemi perchè non è così” ha chiarito De Luca.

Poi il Governatore ha parlato dello screening con tamponi su tutti i docenti membri delle Commissioni all’Esame di Stato. “Un’ennesima prova di efficienza amministrativa e ci stiamo preparando a fare i tamponi a tutto il personale docente e non docente per quando aprirà la scuola. Non so come e quando aprirà l’anno scolastico e di questo esprimiamo profonda gratitudine al Ministro dell’Istruzione, – ha dichiarato ironicamente – un’eccellenza nell’ambito del Governo insieme al Ministro alla Giustizia“.

De Luca poi ha anche fatto nuovamente cenno alla campagna di vaccinazioni per tutti i bambini, per gli over 65 e per il personale sanitario, annunciando che la gara è stata già fatta dalla Regione Campania. Al Governo, inoltre, ieri è stato presentato un nuovo Piano Ospedaliero campano che prevede 837 posti in Terapia Intensiva, 406 posti di Semi Intensiva e ospedali o reparti dedicati al Covid. Ci siamo dotati di 1100 posti da riservare al Covid, – ha concluso – quasi il doppio dei posti letto utilizzati nei mesi scorsi durante il picco di epidemia. Ci stiamo preparando rispetto all’ipotesi pessimistica che ci arriva dai virologi. Tutti ci auguriamo di non avere nuove tragedie, ma il modo migliore di non averle è di prepararsi a sconfiggerle all’inizio“.

– Chiara Di Miele –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*