Ancora una volta cumuli di rifiuti abbandonati vengono avvistati sulle montagne del Vallo di Diano e questa volta residui di fuochi d’artificio esplosi sono stati segnalati a Sala Consilina.

A fare la triste scoperta è stato un giovane del posto che era uscito a fare una passeggiata con il cane e si trovava lungo il percorso che porta al Castello Normanno, ora trasformato in chiesa e luogo di riposo estivo della Madonna della Consolazione, nota come la Madonna di Castello.

Come spiegato dal segnalatore, le batterie e i cartoni dei fuochi d’artificio, nascosti tra la vegetazione, potrebbero essere stati esplosi durante le celebrazioni in onore della Madonna, che solitamente sale sul monte il giorno di Pasquetta, e sarebbero lì da circa un anno se non di più e nessuno si sarebbe preso la briga di toglierli dopo i festeggiamenti.

Seguendo il normale percorso difficilmente si possono vedere i rifiuti ed è stato solo per caso e grazie al suo amico a quattro zampe che il giovane ha potuto notare la situazione di degrado e di abbandono che coinvolge uno dei luoghi simbolo per tutti i cittadini.

Questo tipo di rifiuto va smaltito correttamente dato che batterie e cartoni contengono sostanze non riciclabili che provocano seri danni all’ambiente circostante.

– Annamaria Lotierzo –

  

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*