Proseguono le indagini della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania e del Nucleo di Polizia Ambientale della Procura in merito al ritrovamento di rifiuti pericolosi interrati nelle campagne di Salento, nel Cilento.

Come si legge in un articolo a firma del giornalista Vincenzo Rubano, è emerso dalla documentazione acquisita dagli inquirenti che l’ordine di sotterrare i rifiuti in località Piana è giunto nel lontano 1995 dai vertici dell’Asl Salerno 3. Buona parte dei rifiuti scoperti erano stati oggetto di un’indagine giudiziaria finita con la prescrizione per gli imputati e l’Asl, attraverso una nota, chiese al Comune di Salento di ordinare al proprietario dell’area di coprire e compattare con il terreno le lettiere e la vasca di raccolta dei rifiuti organici.

Dalle indagini è emerso anche che all’epoca ci fu una relazione di una consulente della Procura che invitava invece a disinterrare quei rifiuti e a bonificare l’area. Ma quest’ultima non fu presa in considerazione e così i rifiuti, tra cui anche fanghi tossici, per 25 anni sono rimasti nel terreno.








A breve inizieranno altri scavi perchè, secondo gli inquirenti, a pochi metri dai ritrovamenti di luglio sarebbero stati interrati anche fusti con rifiuti ospedalieri e fanghi industriali. Nessun indagato al momento, ma la Procura pensa alla mano di qualche clan dietro quanto scoperto.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

31/7/2020 – Rifiuti pericolosi e fanghi tossici interrati in alcune campagne cilentane. Si scava e si indaga

2 Commenti

  1. Massimo Lorenzi says:

    Nulla di nuovo, e’ solo l’ennesimo episodio che e’ rappresentazione a tutto tondo di questo Paese: pubbliche istituzione od enti che perpetrano e che si rendono complici di gravi illeciti mettendo. in questo caso, a repentaglio pericolosamente la salute della collettivita’. La storia d’Italia e’ costellata da miriadi casi di complicita’ tra potere costituito, mediante i servizi segreti, e frange terroristiche di destra o di gruppi legati a grosse organizzazioni criminali allo scopo di destabilizzare e, con cio’, indirizzare il Paese nelle mani di certi schieramenti politici( vedi la strategia della tensione anni “70 con i terroristi di stampo fascista che piazzavano bombe in banche, piazze o treni.)

  2. Giuseppe says:

    Scavate scavate….troverete tantissimo! I nostri terreni/territori sono pieni di tutto questo….e per colpa di chi?

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*