Il Vallo di Diano continua ad essere interessato da sgradevoli abbandoni indisciplinati di rifiuti di genere diverso. Il più delle volte tutto succede in aperta campagna, in posti isolati, in cui chi agisce lo fa in maniera indisturbata.

Questa volta protagoniste dello scempio sono le campagne tra i territori comunali di Atena Lucana e San Pietro al Tanagro. Ai bordi di una delle tante piccole strade che attraversano quelli che sono soprattutto terreni destinati alle coltivazioni nei giorni scorsi sono stati abbandonati, in bella vista, diversi rifiuti. Si tratta, senza ombra di dubbio, di materiale proveniente da attività edile, per nulla assimilabile ai rifiuti urbani. Sacchi di cemento e di stucco, secchi di plastica e scarti edili, probabilmente utilizzati in attività edilizie di tipo abusivo, campeggiano sull’erba della campagna.

In un caso, addirittura, sono stati lasciati in un canale di scolo dei terreni a bordo strada e, se vi resteranno a lungo, lo occluderanno provocando allagamenti con le prossime piogge abbondanti.

Uno scenario che lascia l’amaro in bocca in quanti ogni giorno attraversano quelle strade per recarsi a lavorare i vicini terreni o per raggiungere più velocemente alcuni punti del comprensorio evitando le più trafficate arterie principali. Un quadro che ormai sempre più spesso si mostra agli occhi dei cittadini valdianesi, in diversi paesi e ogni volta con diverse tipologie di rifiuto. Come a siginifcare che le tante campagne di sensibilizzazione che cercano di remare nel senso contrario non siano servite a niente.

– Chiara Di Miele –

 


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*