Si è tenuta nei giorni scorsi la videoconferenza fra Prefettura di Salerno, Provincia di Salerno e Comune di Pontecagnano per concordare insieme le modalità di riapertura al transito a senso unico del tratto della Strada Provinciale 175/a in corrispondenza del ponte sul Torrente Asa nel comune di Pontecagnano.

Il tratto di strada è attualmente chiuso a seguito delle operazioni di verifica statica delle strutture. La riapertura è prevista per la prossima settimana con senso unico in direzione Salerno-Paestum.

Era necessario concordare le modalità in questa teleconferenza a cui era presente anche l’Università di Salerno, dipartimento di Ingegneria Civile, con cui dopo l’estate procederemo alla definizione del progetto esecutivo per l’abbattimento e ricostruzione del ponte – dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese -. Potremo così riaprire la strada in via definitiva“.

Intanto sarà consentito il transito a senso unico sul ponte in direzione Salerno-Paestum. La tratta interessata dal senso unico è estesa per 1.300 metri circa a partire dall’intersezione della SP 175/a con la Strada comunale, denominata via Mare Adriatico, fino all’intersezione con la Strada Provinciale n. 173, denominata via Ferdinando Magellano. Sono previste delle limitazioni di sagoma e di velocità che verranno abbondantemente segnalate da apposite tabelle in prossimità della rotatoria, nel punto di inizio della SP 175/a, nei pressi del Fiume Picentino. Insieme a questa segnaletica verrà aggiunta un’ulteriore segnaletica luminosa, non obbligatoria ma con lo scopo di migliorare la sicurezza stradale.

Il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, e il Sindaco di Pontecagnano, Giuseppe Lanzara, anche in vista della prossima stagione estiva, hanno manifestato la volontà di fare squadra – sottolinea Strianese – per consentire un regolare flusso veicolare in questa importante area strategica della provincia. E ringrazio fin da ora il Comune di Pontecagnano per la fondamentale azione di monitoraggio e sorveglianza del rispetto dei limiti e segnali, al fine di accompagnare in maniera efficace la riapertura della tratta“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*