Da ieri pomeriggio è stata riaperta la stazione di rifornimento ENI dell’area di servizio di Sala Consilina sud dell’autostrada Salerno – Reggio Calabria.

Una duplice buona notizia che riguarda sia gli automobilisti che per oltre un mese hanno avuto diversi disagi a causa dell’impossibilità di poter fare rifornimento, ma soprattutto gli 11 dipendenti della stazione di rifornimento e del bar annesso che, a causa di un contenzioso tra il vecchio gestore e l’ENI hanno rischiato seriamente di perdere il loro posto di lavoro.

C’è voluto oltre un mese di serrate trattative per poter giungere ad una conclusione a lieto fine. Da ieri quindi tutto è tornato alla normalità. A condurre le trattative per trovare una soluzione positiva alla vertenza è stata la FILCAMS CGIL di Salerno “la trattativa, quanto mai complessa e serrata – si legge in un comunicato della sigla sindacale – intessuta con Eni e il nuovo Gestore Pagliarulo Gest ha portato ad un accordo che prevede da una parte la riapertura dell’impianto e dall’altro il recupero dei posti di lavoro”. La FILCAMS ha ringraziato le istituzioni ed il particolar modo il Comune di Sala Consilina e la Regione Campania per essersi impegnati per poter trovare una soluzione positiva alla vicenda.

“Siamo riusciti a riportare questi lavoratori sul proprio posto di lavoro, sebbene nessuna norma o vincolo – si legge ancora nel comunicato – imponesse al nuovo gestore di riassorbire la forza lavoro impiegata con la società precedente. In più ai lavoratori è stato garantito il mantenimento dell’orario di lavoro Full Time e il livello di appartenenza vantato precedentemente”.

– Erminio Cioffi –


  •  Articolo correlato

2/08/2015 – Riapre la stazione di servizio Sala Consilina Sud sull’A3. Riassunti i dipendenti


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.