Logo_Libera Ignazio-Cutrò

Il Presidio Libera Vallo di Diano “Natale De Grazia”, esprime solidarietà al testimone di giustizia Ignazio Cutrò, a cui nei giorni scorsi è stata revocata la scorta.

Con le sue denunce, Cutrò ha contribuito alla condanna dei boss del suo territorio. L’Ufficio Centrale Interforze per la Sicurezza Personale del Ministero dell’Interno ed il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, facente capo alla Prefettura di Agrigento hanno però ritenuto l’uomo non più in pericolo di vita.

Il presidio Libera Vallo di Diano intende, nei prossimi giorni, coinvolgerà le scuole e le associazioni del territorio affinchè arrivino al Ministero dell’Interno 1.000 cartoline “per fare in modo che ad Ignazio Cutrò vengano ripristinate ed assicurate le condizioni di sicurezza“.

Ignazio è un simbolo della lotta alla mafia – dichiarano dal Presidio – Vogliamo impegnarci affinché il testimone di giustizia non venga lasciato solo”.

– Maria De Paola –


  • Leggi anche:

09/04/18 – Il testimone di giustizia Ignazio Cutrò senza più protezione. La solidarietà del Comune di Padula

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano