Sconvolge la decisione presa dall’INPS di revocare a febbraio di quest’anno sia la pensione di accompagnamento sia la legge 104 al piccolo Francesco Pio, un bimbo salernitano affetto da una malattia rara e degenerativa; la motivazione alla base di questa scelta sarebbe la sua inaspettata guarigione, diagnosi curiosa poiché il bambino è costretto ad assumere farmaci salva-vita quotidianamente“. Così Tiziano Sica, Segretario provinciale giovanile della LEGA Salvini Premier – Salerno, sulla storia che vede protagonista il piccolo nato nel 2015 e che tre anni fa fu sottoposto ad un trapianto di fegato a Torino.

Per l’occasione fu manifestata tanta solidarietà ed il movimento locale di Lega Salvini raccolse fondi per il pagamento del biglietto del treno.

È una situazione inaccettabile, soprattutto in un momento delicato come questo – dichiara Sica -. Il piccolo Francesco ha diritto ad essere sostenuto dallo Stato, non si può lasciare sola una famiglia in questo modo. Per questo ho chiesto altresì il supporto del partito a livello provinciale e regionale, invitando i rispettivi coordinatori Nicholas Esposito e l’onorevole Nicola Molteni ad intervenire sull’accaduto. Noi siamo vicini a Francesco e ai suoi genitori e ci impegneremo al massimo per aiutarli; non ci fermeremo finché non otterremo una risposta e soprattutto finché non saranno restituiti i loro diritti“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*