E’ stato ritrovato questa mattina l’uomo disperso da ieri sul monte Gelbison. Il Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Campania si è mobilitato dopo che l’uomo, nel pomeriggio di ieri, si era incamminato a piedi in cerca di funghi.

Nonostante il lavoro tempestivo delle squadre tecniche dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri della Stazione di Vallo della Lucania e del CNSAS campano, la localizzazione dell’uomo non è stata semplice a causa di un cellulare datato che non forniva una posizione precisa. Insieme al CNSAS campano presenti anche le unità cinofile molecolari del CNSAS abruzzese che hanno aiutato nelle perlustrazioni.

A causa della pioggia, le tracce dell’uomo sono state perse più volte dai militari che solo dopo un contatto vocale con il 77enne sono riusciti a raggiungerlo. L’uomo si trovava in località Crocette sul confine tra i comuni di Cannalonga e Novi Velia. Sembra che non presenti gravi problematiche sanitarie, ha ricevuto le prime cure dai sanitari del CNSAS ed è successivamente stato recuperato dall’elicottero dei Vigili del Fuoco.

 

  • Articolo correlato:

 Ore di apprensione a Vallo della Lucania. Escursionista disperso sul Monte Gelbison

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano