I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Sicignano degli Alburni nel corso del servizio di controllo del territorio ad Altavilla Silentina in località Genzano hanno scoperto una vasta area sulla quale sono stati depositati ed abbandonati reflui zootecnici.

L’ispezione ha consentito di determinare che si tratta di un lagone artificiale di 500 metri quadrati, per una profondità media di 1,5 metri, colmo di reflui zootecnici che ruscellando in più direzioni interessano un’area di circa 1000 metri quadrati.

Gli accertamenti avviati dai militari hanno consentito di individuare l’allevamento zootecnico di capi bufalini e bovini, distante alcuni chilometri dai luoghi di sversamento, dal quale i reflui venivano trasportati e sversati nel lagone. L’ispezione e le verifiche condotte in stalla hanno infatti consentito di accertate l’illecita gestione dei rifiuti aziendali (reflui zootecnici) oltre che lo smaltimento delle acque provenienti dalla sala mungitura attraverso un sistema di conduttura che recapita direttamente in un fosso di scolo posto lungo la strada comunale limitrofa.

Per le circostanze accertate, vietate e sanzionate dal Testo Unico Ambientale, i militari hanno sequestrato l’intera struttura di allevamento composta da 115 capi, 4 paddock, la sala mungitura oltre che l’area di circa 1.000 metri quadrati utilizzata per lo smaltimento illecito e denunciato il responsabile.

– Chiara Di Miele –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*