Alcune settimane fa un raid di furti e tentativi di furto nei confronti di diversi esercizi commerciali del centro storico di Salerno avevano destato particolare allarme sociale ed apprensione, tanto da indurre il sindaco Vincenzo Napoli a chiedere al Prefetto la convocazione urgente di un Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Ma i Carabinieri della Stazione Salerno Principale erano già sulle tracce della coppia di ladri che stava imperversando nel centro.

I militari hanno condotto una veloce, minuziosa e brillante attività investigativa che li ha messi in poco tempo sulle tracce dei due. L’analisi di numerosi sistemi di videosorveglianza e la costante presenza sul territorio hanno consentito il brillante risultato: uno degli elementi decisivi è stato averli notati assieme nel centro storico da parte di un militare in servizio di osservazione, proprio con gli stessi indumenti visti nei filmati.

La personalità dei due, il 28enne salernitano N.A. e il 26enne ucraino residente a Battipaglia H.O., è emblematica: ampiamente conosciuti alle forze dell’ordine, il primo assuntore di stupefacenti e pregiudicato, il secondo con carichi pendenti di varia natura, entrambi senza occupazione.

Pertanto, concordando con le risultanze dei Carabinieri, l’Autorità Giudiziaria ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di entrambi. Nell’emissione del provvedimento ha giocato un ruolo fondamentale anche la presenza di varie aggravanti, tra cui la violenza sulle cose e, soprattutto, l’aver commesso il fatto di notte nelle ore di coprifuoco per l’emergenza Covid. Gli episodi contestati sono quelli relativi al negozio “Tilt”, al bar “Nice” e alla pizzeria “Giagiù”.

I Carabinieri della Stazione Salerno Principale proseguono la loro quotidiana attività di presenza e prevenzione sul territorio del centro salernitano.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*