Sono più di 28mila le firme raccolte nella petizione di Charge.org per chiedere la riapertura dell’ospedale di Agropoli.

La petizione segue l’appello dei genitori di Tommaso Gorga, 15enne deceduto a Castellabate in seguito ad un incidente stradale. I due coniugi avevano indirizzato una lettera al ministro della Salute Roberto Speranza, al Presidente della Regione Vincenzo De Luca e ai sindaci di Agropoli, Castellabate e Capaccio chiedendo la riapertura del presidio cilentano.

“Non so se i soccorsi fossero stati più celeri cosa sarebbe potuto cambiare per mio figlio – si legge nella missiva – forse tutto, o forse nulla. Fatto sta che, come sempre, il nostro circondario paga l’assenza di un presidio ospedaliero, che pure esiste, ma è sottoutilizzato quando non lo è del tutto. Parlo dell’ospedale di Agropoli dove esiste solo un pronto soccorso nonostante l’esistenza di una struttura enorme, la cui chiusura ha determinato l’esistenza in zona di un unico presidio ospedaliero, quello di Vallo della Lucania. Non è possibile, non è pensabile che la nostra zona, il Cilento, così ricca di visitatori e così densamente popolata sia servita solo dalla struttura di Vallo, e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. 

I soccorsi sono giunti tempestivamente sul posto ma l’ospedale più vicino era quello di Vallo della Lucania con un tragitto di circa 50 minuti. Il sito Charge.org fa sapere che giunti a quota 35mila la petizione sulla riapertura dell’ospedale sarà tra le più firmate.


  • Articolo correlato:

21/09/2021 – “La morte di nostro figlio non sia vana, riaprite l’ospedale di Agropoli”. Il grido di dolore dei genitori del 15enne Tommaso Gorga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano