Nel 2000 sono state introdotte le cosiddette “quote tonno” per regolamentare la pesca dei tonni rossi, che estromisero i pescatori senza uno storico dalla possibilità di pescare il tonno.

A gennaio di quest’anno ho accompagnato personalmente una delegazione di pescatori sapresi ad un incontro con il Ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova a Roma – spiega il sindaco di Sapri, Antonio Gentile – . All’incontro abbiamo chiesto la possibilità di poter rientrare nelle cosiddette quote accidentali. L’attenzione del Ministro Bellanova è stata totale e adesso i pescatori sapresi possono partecipare legalmente alla pesca al tonno usufruendo della quota accidentale calcolata su base regionale. Dopo undici anni di battaglie, oggi il loro sogno è diventato una realtà; possono non solo lavorare nel pieno rispetto delle regole e dell’ambiente, ma soprattutto intravedere un futuro per la propria attività. Il sorriso di Antonio, Fortunato, Giovanni e di quanti in questi giorni stanno lavorando onestamente grazie all’impegno del Ministero ci fa capire che stiamo andando nella giusta direzione. Un provvedimento di equità sociale, rispettoso dell’ambiente, della piccola pesca e del mare“.

Gentile ringrazia il ministro Bellanova a nome dei pescatori della Marineria di Sapri e di tutto il mondo della piccola pesca “per aver dato loro l’opportunità di ambire, un domani, ad ottenere una quota tonno“.

E conclude:”Questa è la buona politica al servizio dei cittadini fatta da chi, come Teresa, sta sempre dalla parte di chi lavora onestamente“.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*