Un percorso di governo improntato sulla promozione del turismo nelle aree interne della Campania. E’ quanto emerso dal discorso dell’assessore al Turismo della Regione Campania Corrado Matera, ospite ieri a Padula in occasione del gemellaggio tra la Certosa di Pisa a Calci e la Certosa di San Lorenzo.

In questi anni di attività politica abbiamo mostrato grande attenzione per questo territorio – ha esordito Matera – mettendo in campo numerosi progetti come il brand delle Tre Certose, i Percorsi dell’anima, la Terra dei Principi, la Congiura dei Baroni e tante altre manifestazioni che hanno fatto sì che i piccoli centri uscissero finalmente dall’isolamento. Sono tutte iniziative attraverso le quali questi territori si collegano ai grandi attrattori“.

Valorizzare il turismo a tutto tondo è l’obiettivo perseguito dall’assessore Matera, che ha posto l’accento anche sul turismo enogastronomico e quello religioso. Insomma la parola chiave è “diversificazione, quindi pensare anche ai settori naturalistico e artistico. In questo senso, il Vallo di Diano ha l’unico Parco dell’arte contemporanea che collega tutto il territorio sud della provincia di Salerno, partendo dalla Certosa di Padula e coinvolgendo Pertosa e Teggiano, che è la sede dell’opera dell’artista Pistoletto dal titolo ‘Terzo Paradiso’“.










Un progetto in cantiere per valorizzare le risorse naturalistiche è quello di “investire sulle potenzialità del Monte Cervati, del quale abbiamo già finanziato in Regione il percorso stradale per un valore di 7 milioni di euro – ha specificato Corrado Matera – ma su questo attrattore tanto si può ancora fare. Il mio appello è proprio quello di attivarci insieme a tutte le istituzioni del territorio per far riscoprire il grande valore naturalistico del Cervati“.

Per il futuro, inoltre, il perno attorno al quale basare le strategie turistiche è quello della valorizzazione dei piccoli centri secondo Matera: “Sono convinto che in questo territorio bisogna puntare sulle aree interne, perché si tratta di una grande occasione di crescita. Per la prima volta abbiamo dato voce all’intero territorio della Campania, perché anche l’ultimo angolo della regione merita di potersi esprimere ed abbiamo creato le condizioni affinché questa circostanza si avverasse proprio grazie ai vari eventi organizzati. Interventi che forse al momento non saranno valutati, ma creeranno una solida base che consentirà al nostro territorio di essere ulteriormente valorizzato“.

Infine, un progetto ancora più ambizioso, che valica i confini nazionali è quello dell’Itinerario delle Certose Europee che vede la Certosa di Padula come riferimento principale.

– Maria De Paola –

 





















Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*