La permanenza della Campania in zona bianca non ha indotto le Forze dell’Ordine ad abbassare la guardia in merito all’azione di contrasto della diffusione del Covid-19. Le zone di Salerno di maggiore frequentazione sono state, soprattutto nella fascia serale, controllate durante la movida e nel corso della celebrazione liturgica legata alla tradizionale “Alzata del panno di San Matteo”, Patrono della città, che ha visto la partecipazione composta dei fedeli che civilmente hanno assunto atteggiamenti riguardosi per la salute propria e altrui. Nelle varie occasioni la presenza degli agenti di pubblica sicurezza è stata fondamentale per diradare assembramenti, per richiamare la cittadinanza a comportamenti rispettosi e aderenti alle norme di prevenzione, così capillarmente definite e condivise dal Ministero della Salute. Gli operatori, nello specifico, si sono dislocati nei pressi dei locali di ristorazione e nelle zone urbane in cui i cittadini sono soliti riversarsi.

Non meno rilevante e quanto mai necessaria è stata l’azione volta ad ostacolare l’ambulantato abusivo che trova la sua diffusione più congeniale nei pressi del Lungomare Trieste. E’ risultato determinante il lavoro della Polizia Municipale che ha ben coadiuvato i contingenti operativi in servizio per arginare e frenare questo fenomeno quanto mai dannoso per il commercio autorizzato e per gli avventori che si affollano in prossimità dei venditori ambulanti.

La Polizia di Stato, in perfetta sinergia con le altre Forze dell’Ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Locali, Polizia Provinciale e i militari dell’Esercito Italiano), ha presidiato quindi i luoghi di maggiore frequentazione turistica attraverso l’impiego di presidi interforze flessibili in grado di assicurare tempestività e velocità d’intervento. Il dettagliato piano d’intervento ha consentito di raggiungere i seguenti risultati operativi: 7263 persone controllate; 4010 veicoli controllati; 1087 esercizi pubblici controllati; 3 titolari di esercizi pubblici sanzionati per aver violato il divieto di somministrazione a soggetti minorenni; 2 sanzioni per violazione dell’ordinanza antiprostituzione; una denuncia per inosservanza al foglio di via obbligatorio; una denuncia per violazione del Daspo urbano; 21 contravvenzioni al Codice della Strada.

In particolare, nel centro cittadino di Salerno l’attività è stata concentrata principalmente su aspetti legati al pubblico giovanile che frequenta i locali notturni. Al termine delle verifiche, tre gestori di esercizi pubblici sono stati sanzionati per aver somministrato bevande alcoliche a minori in una fascia d’età tra i 16 e i 18 anni.

Inoltre l’impegno profuso dalla Polizia Locale ha costituito un effettivo contrasto a situazioni di degrado sul territorio comunale e gli agenti hanno elevato due sanzioni per violazione all’ordinanza sindacale antiprostituzione e denunciato due persone all’Autorità Giudiziaria per inosservanza della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio e per violazione del Daspo urbano.

Le Forze dell’Ordine anche per la prossima settimana continueranno ad assicurare la tutela e la salvaguardia della salute pubblica, confidando nello spirito civico e nel senso di responsabilità dell’intera collettività affinché prevalga l’interesse per la salvaguardia della salute in un contesto in cui ancora non è stata superata l’emergenza pandemica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.