https://farm9.staticflickr.com/8667/16697550891_087f0c41ff_o.jpg“Quello che si è avuto a Teggiano, a livello di partecipazione ed affluenza, è stato un risultato eccezionale. Con Cozzolino avevamo immaginato un progetto di sviluppo del territorio, ma ora tutti compatti con De Luca”.

Questo, in sintesi, il pensiero del segretario del PD di Teggiano, Salvatore Chirico, alla luce dell’esito delle primarie del PD. Nella città museo del Vallo di Diano sono stati 550 i votanti, con 328 voti andati a Cozzolino e 200 a De Luca. Teggiano è stato, quindi, il centro del comprensorio dove si è registrata la maggiore affluenza e l’unico, insieme a Pertosa, in cui Cozzolino ha avuto la meglio sull’ex sindaco di Salerno.

“Come Sezione e come cittadini – sottolinea Chirico – abbiamo dato un’ottima risposta in termini di partecipazione, condivisione e maturità politica. Abbiamo invitato le persone a votare, chiedendo loro di partecipare alla costruzione di un nuovo modello di territorio. Avevamo immaginato che il processo di trasformazione del territorio stesso potesse avvenire attraverso l’on.Cozzolino, ma bisogna prendere atto della secca affermazione di De Luca”.

“Gli altri paesi del Vallo – aggiunge il segretario del circolo PD di Teggiano –  si sono dimostrati vicini all’ex sindaco di Salerno, attraverso il concetto della territorialità. A Teggiano non eravamo contro De Luca, né abbiamo tradito il territorio. Abbiamo solo cercato di portare avanti un discorso globale, iniziato diverso tempo fa e relativo ad un nuovo modello di sviluppo. Continueremo, come abbiamo fatto finora, a coinvolgere i cittadini. Abbiamo fatto una scelta iniziale ma ora ci accodiamo alla volontà di coloro che hanno scelto. Siamo tutti con De Luca”.

– Cono D’Elia –


 

3 Commenti

  1. Vagabondo says:

    L’amico Antonio Marmo dimentica che la banderuola sulla guglia del campanile, benché di ferro, sarebbe presto rotta dalla tempesta se non conoscesse la nobile arte di girare a ogni vento. Anna farebbe bene a informarsi sui motivi che hanno comportato la decadenza di Vincenzo De Luca, persona di grande pregio politico e di grande valore morale. Ma una domandina all’ottimo segretario del Pd devo farla: vuole spiegare anche a noi miseri mortali qual è il significato di “Abbiamo solo cercato di portare avanti un discorso globale, iniziato diverso tempo fa e relativo ad un nuovo modello di sviluppo”. Possiamo sapere almeno adesso, visto che “il discorso globale” è stato portato indietro, credo, dalla designazione di De Luca, come era concepito il “modello di sviluppo” che, penso, alla chetichella era stato progetto, spero per tutti noi, “diverso tempo fa”?

  2. Antonio Marmo says:

    Morto il re, viva il re. Evviva la coerenza

  3. Classico esempio di banderuole politiche.. girano come gira il vento.. Persone patetiche.. mi domando chi sono questi che sono andati a votare pagando, per uno che ha dimostrato di essere un avido di poltrone: l’ex sindaco di Salerno che ha cumulato due incarichi e per questo è decaduto. Peccato che queste cose si fanno passare sotto silenzio nel nostro territorio per nascondere le malefatte di persone che non valgono niente.. che schifo.. una volta in più la democrazia e la giustizia messe sotto i piedi..e questi parlano pure di maturità politica.. Che vergogna!! Ringraziamo il PD per aver tolto gran parte dei fondi previsti per le bonifiche nella regione Campania col fine di orientarli verso l’EXPO 2015 dove i ragazzi, cosiddetti volontari, devono lavorare gratis mentre i soliti politicanti mangiano a sbafo con i soldi degli italiani. Viva la falsità politica di questi presunti benefattori del territorio che gira e rigira pensano solo ai fattacci loro e coinvolgono i cittadini solo quando si tratta di ottenere voti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*