Oggi, nella ricorrenza dell’anniversario della morte, la Polizia di Stato di Potenza ha ricordato la Guardia Scelta Vito Zaccagnino, vittima del dovere.

Zaccagnino il 16 novembre 1965, intervenuto durante una rapina in corso presso una gioielleria del centro storico di Potenza, fu raggiunto da due colpi di arma da fuoco esplosi a distanza ravvicinata dal rapinatore. Morì poco dopo durante il trasporto in ospedale.

Nell’anniversario della sua morte, il Questore Antonino Pietro Romeo ha deposto, a nome del Capo della Polizia Lamberto Giannini, una corona di alloro dinanzi alla lapide commemorativa posta all’interno del cortile della Caserma di Pubblica Sicurezza di Potenza intitolata al Caduto. Una breve ma solenne cerimonia che si è svolta alla presenza del Prefetto di Potenza Michele Campanaro, del sindaco Mario Guarente, dei rappresentanti provinciali delle altre Forze dell’Ordine e dei familiari del poliziotto scomparso.

Presente anche una rappresentanza del personale della Polizia di Stato e delle Organizzazioni Sindacali di Polizia. Agli onori, resi dal Questore sulle note del “Silenzio” di ordinanza, è seguito un momento di raccoglimento e preghiera officiato dal Cappellano della Polizia di Stato, Frate Alberto Rosciano.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano