E’ stato aggiudicato in modo illegittimo l’appalto per gli interventi straordinari di ristrutturazione, messa in sicurezza, miglioramento sismico ed efficientamento energetico della Scuola Media “De Amicis” di Polla. A deciderlo, con una sentenza di 95 pagine, è stato il TAR di Salerno.

I giudici hanno accolto i ricorsi presentati dalle ditte che si erano classificate dal secondo al quinto posto nella gara d’appalto ed ha ritenuto sussistenti le condizioni per l’esclusione della gara sia della ditta vincitrice sia della seconda classificata. Il TAR ha annullato il provvedimento di aggiudicazione definitiva dei lavori che erano stati aggiudicati grazie ad un ribasso d’asta del 7,929%. L’aggiudicazione era stata fatta ad aprile.

Il progetto esecutivo dei lavori prevede un costo complessivo di 3.752.258,89 euro e, grazie al ribasso delle ditta vincitrice, il costo era sceso 2.625.622 euro. La vicenda giudiziaria è iniziata la scorsa estate quando il TAR ha accolto la richiesta di sospensiva del provvedimento di aggiudicazione, a settembre c’è stata la discussione nel merito ed ora è arrivata la sentenza.

Il Comune di Polla e le ditte classificatesi al primo e secondo posto sono stati condannati al pagamento dei compensi e delle spese di lite, inerenti ai ricorsi principali, per un importo di 4500 euro in favore delle 3 imprese che hanno presentato ricorso. Inoltre dovranno rimborsare i contributi unificati versati dalle stesse.

– Erminio Cioffi –


  • Articolo correlato:

14/7/2016 – Polla: il TAR blocca l’aggiudicazione dei lavori di messa in sicurezza della Scuola Media De Amicis


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.