Ha avuto luogo ieri sera presso il Santuario di Sant’Antonio a Polla la sottoscrizione del comodato d’uso gratuito per la gestione e la cura dei locali tra il Comune e la Provincia religiosa salernitano-lucana dei Frati Minori.

Come spiegato dal primo cittadino Massimo Loviso, il Consiglio comunale lo scorso 28 maggio ha approvato il contratto di comodato d’uso del Santuario e del complesso conventuale che sono di proprietà comunale. Questo contratto è trentennale e rinnovabile.

Abbiamo voluto semplicemente mettere a punto i rapporti giuridici – dichiara il sindaco – Questo per suggellare ancora una volta quel legame indissolubile che c’è tra il Comune, la comunità pollese e i Frati. E’ anche un motivo di grande orgoglio. Abbiamo voluto dare un’ulteriore testimonianza della nostra vicinanza ai Frati, al Convento e a quella devozione per Sant’Antonio e San Francesco. Completiamo un iter piuttosto lungo che ha visto coinvolti gli uffici tecnici e i consulenti legali. Devo citare anche le persone che oggi non ci sono più: Padre Tommaso insieme al compianto sindaco Rocco Giuliano hanno speso molte energie affinché si potesse regolamentare questo bene attraverso dei rapporti giuridici ben precisi”.

Loviso ha ringraziato quanti hanno lavorato alla realizzazione del contratto. Quella approvata dal Consiglio è una bozza che è stata condivisa per poi essere sottoscritta nei prossimi giorni dai vari rappresentanti legali. L’Amministrazione ha però pensato di comunicare in maniera ufficiale quanto deciso attraverso la sottoscrizione di una pergamena scritta a mano.

A firmare il documento sono stati il sindaco e Fra Domenico Marcigliano, vicario della Provincia salernitano-lucana dei Frati Minori.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*