21 milioni di euro dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione di una rete ciclabile intercomunale che parte da Salerno per arrivare fino ad Agropoli. La proposta, presentata dal Comune capofila di Capaccio Paestum insieme ai Comuni di Salerno, Pontecagnano Faiano, Battipaglia, Eboli e Agropoli, è stata ammessa a finanziamento a seguito dello scorrimento della graduatoria definitiva a valere sull’Asse C, “Accessibilità turistica”.

La pista ciclabile così come è stata immaginata, partendo dall’ultimo tratto del Lungomare di Salerno, consentirà di attraversare tutta la litoranea e raggiungere il Parco Archeologico di Paestum, i siti storico-archeologici di Hera Argiva, il castello Angioino Aragonese di Agropoli e una pluralità di siti di elevato valore storico, archeologico e naturalistico presenti sul territorio, realizzando così un’infrastruttura di richiamo turistico ecocompatibile con l’area. Viste le caratteristiche dell’area e considerata la presenza su di essa di beni culturali di inestimabile valore, tra cui un sito che è Patrimonio UNESCO dal 1998, i 6 Comuni hanno deciso di candidare una proposta unitaria e strategica per il territorio. La candidatura, che vede Capaccio Paestum quale Comune capofila, è nata in seguito alla stipula di un Protocollo d’Intesa tra la Provincia di Salerno e i Comuni della Costa Campana stipulato a giugno del 2020.

Quella che arriva dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è una notizia che ci permette di chiudere in bellezza un anno già molto proficuo per la nostra città – dichiara il sindaco Franco AlfieriLa proposta di realizzare una pista ciclabile intercomunale che il Comune di Capaccio Paestum ha presentato al Mit insieme ad altri cinque Comuni si sta dimostrando vincente. Ora tocca a noi sfruttare al meglio i 21 milioni di euro che il Ministero ha messo a disposizione. Ogni Comune interessato dall’intervento avrà i suoi vantaggi ma soprattutto, e lo dico in qualità di consigliere del Presidente Vincenzo De Luca per la realizzazione del Masterplan per la rigenerazione e valorizzazione del litorale Salerno Sud, una pista che parte da Salerno e attraversa la costa sud di Salerno fino ad arrivare ad Agropoli può cambiare non solo il volto del litorale ma anche la sua percezione e la sua fruizione“.

I 21 milioni di euro per la realizzazione della rete ciclabile rientrano nei 480 milioni di euro che il Mit ha messo a disposizione per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia in quattro bandi destinati alla promozione dei sistemi di trasporto sostenibile per lo sviluppo di progetti di recupero per waterfront, accessibilità turistica, Green Ports e digitalizzazione della logistica nelle regioni del Mezzogiorno. Nello specifico, l’asse C “Accessibilità turistica” mira a realizzare interventi in grado di accrescere il livello della dotazione trasportistica materiale e immateriale e di migliorare la mobilità interna ed esterna dei siti di interesse turistico caratterizzati da particolare pregio storico e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano