Tofalo e Cioffi del M5S a Pertosa: “Tagli ai costi della politica e controllo da parte dei cittadini”

Si è svolto ieri, presto l’Auditorio Mida 01 a Pertosa, l’incontro “Legge elettorale: programma politico del Movimento 5 Stelle”. L’evento è stato organizzato dal Meetup Amici di Beppe Grillo Attivisti Sala Consilina.

Questa è una legge volutamente complicata – ha spiegato Andrea Cioffi, portavoce del M5S al Senato – l’obiettivo è stato quello di creare una legge che complicasse la vita al cittadino. Il Rosatellum bis prevede che i deputati siano 350 e i senatori 315, le circoscrizioni sono state individuate nel numero di 28 alla Camera e 20 al Senato. La scheda elettorale è molto interessante perché abbiamo il nome del candidato e tutte le liste che si collegano al candidato dato che sono previste le coalizioni. Noi siamo gli unici ad avere una sola lista e un solo candidato uninominale ed è questo il nostro punto di forza. Sono previste le quote di genere, uno dei due sessi non può essere rappresentato in misura superiore al 60%. A me queste quote non piacciono penso sia un’assurdità imporre questa cosa per legge. Le liste si coalizzano e sostengono un solo candidato e non è prevista omogeneità tra i programmi delle forze coalizzate. Sono previste delle soglie di sbarramento e questo abbiamo reputato fosse anticostituzionale. Inoltre non è previsto il voto disgiunto e con questa legge hanno garantito più forza e più rappresentatività a chi si presenta in coalizione“.

Per la prima volta nella storia della Repubblica c’è stata una forza politica che scrive il programma con i cittadini – ha dichiarato Angelo Tofalo, portavoce del M5S alla Camera – il programma prevede tagli ai costi della politica. I senatori e i deputati avranno uno stipendio di 3mila euro netti e tutti i cittadini controlleranno come verranno spesi i soldi pubblici dati ai parlamentari. La pensione dei parlamentari viene equiparata a quella dei cittadini e si abolirà l’immunità parlamentare. Ci saranno delle penalizzazioni sui cambi di casacca e non esisterà più lo scandalo dei portaborse in nero, gli assistenti avranno un regolare contratto. Ci sarà il dimezzamento delle auto blu e del numero dei senatori e deputati”. 

Hanno preso parte all’evento, tra gli altri, anche il consigliere regionale Michele Cammarano e il consigliere del comune di Agropoli Michele Caccamo.

– Annamaria Lotierzo –

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*