I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, agli ordini del Capitano Fabiola Garello, hanno arrestato D.P., 56enne pregiudicato rumeno, per atti persecutori e minacce ai danni di una sua connazionale.

La vittima, residente a Capaccio Paestum, aveva sporto denuncia per le continue molestie subite dall’uomo, da anni in Italia, separato e residente ad Agropoli. I due in passato avrebbero avuto una relazione sentimentale che, una volta terminata, non ha dato pace al 56enne il quale ha iniziato a perseguitare la malcapitata e a minacciarla. Ieri mattina è stato colto in flagranza dai militari dell’Arma in località Mattine di Agropoli.

Dai racconti della donna sembra che l’uomo, per costringerla a cedere alle sue avances anche a sfondo sessuale, la minacciasse utilizzando un coltello da macellaio.

L’arma, infatti, è stata ritrovata dai Carabinieri ieri mattina. L’uomo, con molta probabilità, era intento a mettere in atto un’ennesima condotta persecutoria mentre aspettava la sua vittima nella periferia di Agropoli.

Il coltello è stato sequestrato, mentre D.P. è stato condotto nel carcere di Vallo della Lucania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*