Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Potenza, nei confronti di D.A., 52enne potentino gravato da numerosi precedenti per diversi reati e attualmente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale e alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

L’uomo, condotto presso il carcere di Potenza, dovrà scontare un residuo di pena di un anno e 8 mesi, in quanto colpevole dei reati di atti persecutori, commessi a Potenza, Ardea, in provincia di Roma, e ad Aprilia, in provincia di Latina, verso la sua ex compagna. La sua condotta ha spinto la donna, totalmente vessata dall’ex compagno, a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita e il territorio di dimora.

L’attenzione posta in essere nei confronti delle vittime dei reati di violenza domestica e di genere da parte della Polizia di Stato è elevatissima. La Sezione Reati contro la persona della Squadra Mobile, che opera sotto le strette dipendenze dell’Autorità Giudiziaria, attua rapidamente interventi in tal senso, anche in considerazione delle recenti modifiche normative entrate in vigore con il cosiddetto “Codice Rosso” che in ambito procedurale ha previsto uno sprint per l’avvio del procedimento penale, l’inasprimento delle sanzioni e la celerità nei provvedimenti di protezione posti a tutela delle vittime.

Questa operazione di Polizia Giudiziaria, ultima in ordine di tempo, rappresenta un’ulteriore conferma rispetto alle prassi investigative attuali e di fiducia per la vittima di tali vili condotte.

– Chiara Di Miele –

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano