Padre Victor Alozie, parroco di Perdifumo, da domenica è vittima su Facebook di accuse pesanti di traffico di essere umani e di abusi su donne e minori.

Come si legge sul quotidiano “Il Mattino”, il nuovo parroco è stato preso di mira da alcuni profili falsi che hanno cominciato ad infangarlo sui social. E’ stato lui stesso a denunciare l’accaduto su Facebook chiedendo ai suoi parrocchiani di segnalare i profili.

Ho saputo che qualcuno che non conosco ha aperto diversi profili falsi usando le mie foto e mi sta ricattando, cercando di mettermi in cattiva luce – scrive – Questa persona ha fatto uno screenshot di messaggi che non sono miei, ha cambiato anche il nome di una pagina Facebook esistente a mio nome per dare l’impressione che fossi io e per mettermi in cattiva luce. Sta anche mandando messaggi ad alcune persone con lo stesso scopo. Sto indagando per capire chi è, nel frattempo vi chiedo di aiutarmi a segnalare questi profili”.

Padre Victor ha anche segnalato l’accaduto alla Polizia Postale.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano