La “Sorellanza Solidale”  è un progetto che sviluppa l’Associazionene “Ipazia-la mente che non mente” per aiutare a ricostruire la dignità rubata alle donne tramite la privazione delle necessità primarie.

Nello specifico l’attenzione è rivolta alle donne e alle donne madri con i loro figli, con o senza cittadinanza, vittime di violenza, reduci di guerre, impaurite e sole. Donne detenute, anche loro madri e figlie private delle piccole cose, quelle che però aiutano a sentirsi vivo e dignitoso.

Oggi inizia il tour della “Sorellanza Solidale” con la raccolta di beni utili a chi vive questa condizione.

Il 17 e 18 agosto “Ipazia-la mente che non mente” sarà ad Atena Lucana durante la rassegna “Liberiamo energie. Energie che liberano”, mentre dal 21 al 23 agosto sarà a Pertosa in occasione del “Negro Festival“.

La raccolta si protrarrà fino al 31 dicembre e per chi volesse, in qualunque giorno e in qualunque momento, è possibile contattare ai recapiti 392/8706523 (Ombretta Pinto), 327/1938414 (Carmela Ricciardi), 349/7598248 (Antonella Lovaglio).

– redazione –


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*