Con un manifesto pubblico dal titolo “Incapacità ed inerzia…l’estate 2016 è davvero finita!!” il gruppo di opposizione consiliare “Padula Bene Comune” attacca la maggioranza guidata dal sindaco Paolo Imparato in merito agli eventi dell’estate appena trascorsa e a “Luci della Ribalta 2016”.

Sono bastati solo 4 mesi – si legge nel manifesto – per assistere ad una rapida trasformazione delle politiche turistiche e culturali della nostra Città. Menzogne, inadeguatezza, assenza di esecutività e di azioni concrete hanno già caratterizzato l’operato di questa Amministrazione e quindi dei rispettivi delegati che, con la sola partecipazione ad eventi estivi, la cui paternità – gestione è da sempre appartenuta alle Associazioni o ad altri, hanno tentato di coprire le proprie incapacità!“.

Caterina Di Bianco, Tiziana Bove Ferrigno, Giovanni Alliegro e Antonio Fortunati definiscono quella della maggioranza “una politica che ha lasciato trascorrere un’estate senza eventi e che non ha avuto la capacità di proseguire nel cammino già fatto, colpendo invece un settore che negli anni passati aveva dato lustro al territorio e trainato la fase espansiva dell’economia cittadina” e di un “cambio di rotta testimoniato anche dalla scomparsa di tante iniziative promozionali realizzate sul territorio, come l’evento di rilevanza nazionale e internazionale LUCI DELLA RIBALTA 2016, ripreso con enormi sacrifici e dopo anni di stasi, a cui cittadini e turisti hanno assistito nella precedente edizione e per il quale c’era grande attesa!“.

“Padula Bene Comune” passa poi a porre l’accento sul Decreto regionale con cui sono stati stanziati 150.000 euro per finanziare “Luci della Ribalta 2016”. “Ad estate conclusa – si legge nel manifesto – ci ritroviamo a fare i conti con l’incompetenza e l’ottusità della politica che, dopo l’annuncio del consigliere delegato sui social network ‘Habemus Luci della ribalta 2016’, non è riuscita a concretizzare la manifestazione!!“.

Un’Amministrazione che ha perso mesi di tempo pregando i privati di ‘metterci i soldi’, che si affanna a inventare scuse, continuando a rinviare ogni cosa a data da destinarsi. – continuano i consiglieri di minoranza – Una straordinaria opportunità che, in tempi di vacche magre e di riduzione di fondi, nessun Comune si sarebbe lasciato sfuggire! Una mala gestione della cosa pubblica che si riflette in modo diretto sullo sviluppo turistico del paese!“.

Gli attuali amministratori – si legge in conclusione – sottovalutano l’importanza strategica ed economica del turismo e della cultura, come motore di sviluppo territoriale. Crediamo perciò che la mancanza di fondi a disposizione per le manifestazioni turistiche e culturali sia sempre di più una scusa, nella cancellazione o nel ridimensionamento marcato di questo tipo di eventi, da parte di una classe politica oggi incapace di dare priorità alle cose più valide ed efficaci! Molto più semplice presenziare e sfruttare per la propria visibilità situazioni già ‘fatte’ da altri, e magari prendersene anche i meriti! Invece è rinviato tutto a Natale così dicono voci di corridoio….e noi ce lo auguriamo ma di sicuro non potrà mai condurre gli stessi flussi turistici del periodo estivo!“.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.