Continua a tenere banco la questione dell’accesso ai disabili alla Certosa di San Lorenzo a Padula.

Dopo la denuncia del consigliere regionale Michele Cammarano e la diffusione di un video che mostra una turista in grave difficoltà per accedere al monumento a causa di un ascensore rotto da vari mesi, interviene ora il consigliere delegato al turismo Settimio Rienzo.

In occasione della visita del gruppo de “La Vacanza del Sorriso”, infatti, gli ospiti hanno avuto accesso tramite un altro ingresso per i disabili, che si può raggiungere anche in auto.

“Il nostro Sud è in difficoltà e lo sappiamo tutti. Tante, troppe cose non funzionano. La denuncia, allora, diventa un mezzo importante per dare voce al disagio, per cercare di toccare le coscienze. Quando, però, la denuncia diventa strumento per diffamare un territorio ed una comunità va bloccata, smentita e restituita al mittente – ha sottolineato Rienzo – La Certosa di Padula consente alle persone con disabilità due accessi, uno con l’ascensore a pochi metri dall’entrata principale e uno laterale, un pò più distante, da raggiungere anche in auto. Infine, vi è anche la possibilità di utilizzare un montascale donato alla Certosa da un’associazione locale”. 

“Abbiamo accolto il gruppo de “La Vacanza del Sorriso” per bambini oncologici e questo è il servizio che la Certosa ha offerto – ha concluso – con la speranza che queste immagini abbiano la stessa diffusione delle altre. Caro consigliere regionale Movimento 5Stelle Michele Cammarano vienici a trovare, sappiamo di dover lavorare tanto, ma lo vogliamo fare con ottimismo e fiducia verso il futuro”.

– redazione –


  • Articoli correlati

01/07/2016 – Scandalo alla Certosa di Padula. Disabile costretta a camminare carponi. Il video

02/07/2016 – Certosa di Padula. Disabile costretta a camminare carponi. Interviene l’Amministrazione Comunale


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*