L’Unità Operativa di Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva dell’Azienda Ospedaliera Regionale “San Carlo” di Potenza ha partecipato alla Survey Multicentrica Nazionale che ha coinvolto 35 Centri di Endoscopia in Italia con lo scopo di comprendere come è cambiata la domanda di esami endoscopici urgenti durante il periodo della pandemia da Covid-19 e valutare l’appropriatezza delle richieste urgenti ai servizi.

Lo studio ha dimostrato una riduzione statisticamente significativa del numero di Esofagogastroduodenoscopie (EGDS) e colonscopie urgenti eseguite a marzo 2020 rispetto a marzo 2019 e si è documentato un aumento significativo della resa diagnostica delle EGDS eseguite nel marzo 2020 rispetto a marzo 2019.

Gli studiosi ipotizzano che le motivazioni della riduzione del numero di esami endoscopici urgenti, eseguiti durante il periodo della pandemia, possano essere ricercati nella paura del contagio che ha limitato considerevolmente gli accessi in ospedale.

D’altra parte il maggior numero di esami (EGDS) con risultato diagnostico dimostra un miglioramento dell’appropriatezza delle richieste di endoscopie urgenti, queste ultime limitate soprattutto ai casi strettamente necessari.

Gli autori, in particolare, concludono che questi dati hanno una rilevanza cruciale contribuendo a far luce sull’importanza dell’appropriatezza nel campo dell’endoscopia d’urgenza in Italia.

Il tutto è stato pubblicato dal prestigioso “Scandinavian Journal of Gastroenterology” riportando lo studio sulla domanda di esami endoscopici  urgenti durante la pandemia.

– Claudia Monaco –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*