E’ un paradosso quanto accaduto con l’ospedale civile di Agropoli, riconvertito in un Covid center, ma ancora chiuso in quanto incompleto e senza personale”.

È questa la denuncia del consigliere regionale M5S Michele Cammarano.

“Per realizzare gli interventi strutturali necessari per adattare il presidio ospedaliero e per l’acquisto delle attrezzature – spiega – la Regione Campania ha investito oltre 1,5 milioni di euro, sfruttando i fondi dell’emergenza. Ancora oggi mancano farmaci e dispositivi medici, il personale è incompleto e l’azienda sanitaria sembra non voler attingere dall’elenco dei medici di prima nomina vista l’emergenza che sarebbero chiamati ad affrontare”.

“Nella speranza che, come ci si augura – conclude – non ci sarà bisogno dei posti letto Covid, la proposta è che questo nosocomio resti a disposizione della cittadinanza del territorio, dove non esiste pronto soccorso e gli ospedali vicini sono tutti depotenziati e difficili da raggiungere”.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*