Oggi, nell’aula del Consiglio regionale, ho voluto portare la voce di 42mila cittadini, firmatari di una petizione per invocare la riapertura, a pieno regime, del Pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli. All’appello si sono uniti sindaci e amministratori dei Comuni del comprensorio. Il presidio ospedaliero di Agropoli è un riferimento fondamentale per decine di migliaia di cittadini, senza dimenticare i tantissimi visitatori che affollano le splendide località del Cilento, non soltanto nel periodo estivo. A riprova dell’importanza del nosocomio sono gli 8mila accessi registrati dal mese di gennaio ad oggi. Una battaglia che sta portando i suoi frutti. La Giunta regionale oggi in aula, accogliendo il grido d’allarme di cui in questi mesi ci siamo fatti promotori e portavoce, ci ha rassicurato che si sta lavorando al potenziamento del servizio di emergenza-urgenza, nel rispetto del fabbisogno assistenziale delle comunità cilentane e del Piano ospedaliero regionale”.

Lo dichiara il presidente della Commissione regionale speciale Aree Interne e consigliere regionale M5S, Michele Cammarano, a margine della seduta di question time.

Continueremo a vigilare affinché venga dato seguito alle disposizioni regionali in base alle quali l’Asl di Salerno annunciava la riorganizzazione del presidio ospedaliero e la riapertura del Pronto Soccorso. Una riorganizzazione – ha concluso Cammarano – che speriamo venga attuata al più presto, soprattutto in una fase di sensibile risalita del numero dei contagi nella nostra regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano