Duro intervento da parte di Andrea Vricella, consigliere indipendente del Comune di Sant’Arsenio che attraverso un video ha attaccato l’Amministrazione guidata dal Sindaco Donato Pica.

“Dopo le dimissioni del Sindaco poi ritirate dopo 14 giorni – spiega in un video Vricella – ho constatato nello scorso Consiglio comunale che la maggioranza è sempre la stessa, nessun rimescolamento, nessuna entrata. La consigliera D’Elia si è sfogata sul problema della Scuola Media arrivando addirittura ad accusare la Dirigente Scolastica Murano. Non ho capito perché sinceramente. Il problema della Scuola Media, a detta sua, sarà risolto ma non so come. Quello che io voglio, però, è che i ragazzi di Sant’Arsenio restino nella loro Scuola. San Pietro al Tanagro apra la sua sezione ma i santarsenesi restano a Sant’Arsenio o faremo le barricate. Si è ricomposto inoltre il gruppo del dottore Raia che può continuare ad elaborare progetti e a dare incarichi stando 12 ore nella Casa Comunale. Peccato che non girano in paese per vedere lo stato di degrado”.










Critiche anche sul tratto della Strada Statale 426, oggetto recentemente di alcuni lavori di manutenzione: “Sono dossi camuffati da passaggi pedonali rialzati – spiega – La normativa li prevede ma se questo tratto viene attraversato da ambulanze e mezzi di soccorso non possono fare movimenti o saltelli. Questo è citato nella norma. Sono sotterfugi per scavalcare certe situazioni, si potevano creare rallentatori ottici con un limite di velocità a 30 km, come avevo progettato io. Inoltre si doveva mettere la segnaletica. Non è mai successo un incidente mortale in quel tratto, solo qualche ‘sparata’ con le auto ma basta punire per gestire la situazione. Abbiamo i dossi digestivi perché pensano che dopo aver mangiato non digeriamo bene quindi usciamo e facciamo i saltelli in auto da Via San Rocco a Via Foce”.

“Ho visto il Vicesindaco (Capozzolo, ndr) partecipare a questo consiglio dove si approvava il Bilancio Consuntivo 2019 – spiega – preciso che nell’ottobre 2019 il Tribunale ha condannato il Comune di Sant’Arsenio a pagare 140mila euro per i lavori nel Palazzetto dello Sport. Questo debito non è stato portato né dal Sindaco né dal Vicesindaco in Consiglio per riconoscerlo fuori dal Bilancio. Il Vicesindaco è venuto coraggiosamente ad approvare il Bilancio quando ha rinnegato e contrastato il Sindaco dicendo che tutte le cose che aveva dichiarato erano stupidaggini. Questa maggioranza durerà il tempo che trova. Il danno lo ha fatto il Sindaco perché se confermava le dimissioni a settembre si andava a votare. Facendo così, nel prossimo Consiglio, se non superano l’ostacolo del Bilancio di Previsione andranno a casa portando il Comune al Commissariamento. Mi dispiace per i consiglieri Pistone e Biscotti, due persone perbene, ingenue“.

Sui Buoni Spesa distributi a 350 persone durante l’emergenza Covid-19, Vricella attacca ancora l’Amministrazione: “Il danno grave è che avete aiutato senza aiutare dando 50 euro a persone che stavano già bene – dichiara – penalizzando altre che stavano male. Come le Uova di Pasqua portate nelle case ai ragazzini. Devono ringraziare i loro genitori che con le loro tasse hanno pagato questo gesto. Se eravate seri e precisi usavate l’indennità di carica“.

“Verrà fatto un nuovo Consiglio Comunale per approvare il Bilancio di Previsione – conclude – con nuovi danni in arrivo per l’Ente come ad esempio i 170mila euro da restituire alla Regione per i lavori in Piazza. Stessa cosa per i lavori nella Casa Comunale. E’ stata inoltre smantellata la Protezione Civile, fate demolizione non creazione. Non volete il bene di Sant’Arsenio ma solo la vostra visibilità”.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*