Il sindaco di Caselle in Pittari, Giampiero Nuzzo, lamenta la forzata interruzione della campagna vaccinale.

A tutti i medici di base del territorio non sono state fornite le dosi richieste, anzitempo, di vaccino – spiega – e, purtroppo, centinaia di pazienti, soprattutto anziani, non hanno ancora effettuato la vaccinazione. Il tutto aggravato dal fatto che sia il Ministero della Salute che tutti i massimi esponenti sanitari ci ripetono da mesi, intervenendo in trasmissioni televisive, l’importanza di farla soprattutto in questo periodo di emergenza“.

Il primo cittadino di Caselle in Pittari, così come ieri avevano già fatto alcuni Sindaci del Potentino, lancia dunque un appello in merito ad un ritardo grave e non tollerabile.

Chiedo pertanto alla Conferenza dei Sindaci – afferma Nuzzo – di condividere un documento da inoltrare alla Regione in cui si chieda conto del perché non sono state consegnate tutte le dosi richieste, se questo disguido riguarda solo il nostro territorio e, soprattutto, di conoscere tempi certi e rapidi per la consegna delle residuali dosi da distribuire affinché tutti i cittadini, soprattutto quelli più a rischio, possano essere vaccinati“.

– Chiara Di Miele –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano