L’ex Giunta regionale della Basilicata, guidata da Marcello Pittella, è stata rinviata a giudizio a seguito di un procedimento penale che riguarda la conferma di Rocco Maglietta alla carica di Commissario dell’Azienda Ospedaliera “San Carlo” di Potenza. La decisione è stata assunta dal giudice per le udienze preliminari di Potenza, Lucio Setola, che ha accolto la richiesta del pubblico ministero.

Oltre all’ex Governatore Pittella, sono stati rinviati a giudizio Flavia Franconi, Francesco Pietrantuono, Carmine Miranda Castelgrande, Roberto Cifarelli e Luca Braia. Oltre allo stesso Maglietta ed altre quattro persone tra dirigenti regionali e componenti della commissione unica di valutazione delle candidature per la carica di Direttore Generale del “San Carlo”, per un totale di 11 persone indagate.

Le accuse per l’ex Giunta regionale e per Maglietta sono di concorso in falso ideologico e abuso d’ufficio, mentre per i componenti della commissione di valutazione le accuse sono di abuso di ufficio e falso. Secondo l’accusa, rappresentata dal pubblico ministero Valeria Farina Valaori, la nomina di Maglietta sarebbe avvenuta in violazione delle norme che precludono l’affidamento di incarichi retribuiti a chi già gode, come la persona nominata, di un trattamento pensionistico per anzianità.

Tra gli 11 indagati anche due dirigenti della Regione che avrebbero preparato la delibera poi votata dalla Giunta. Per Maglietta è invece caduta un’altra accusa riguardo ad una truffa legata ad un’omessa segnalazione di una buonuscita: il Gup, anche a seguito dell’intervento del suo difensore, l’avvocato Dino Donnoli, ha disposto il non luogo a procedere.

La prima udienza è stata fissata davanti al Collegio presieduto da Federico Sergi per il 25 maggio 2021.

– Claudio Buono –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*