Non manca la preoccupazione a Bella per l’episodio che sabato sera ha visto protagonista un nigeriano di 24 anni richiedente asilo, ospite presso un centro di accoglienza, gestito da una cooperativa e situato nel cuore del centro cittadino. Il giovane è andato in escandescenze nel centro, per motivi ancora sconosciuti.

Gli altri cinque extracomunitari che condividono gli spazi con lui hanno prontamente chiesto aiuto. Il 24enne, molto agitato, ha fatto cadere del cibo a terra ed ha iniziato a creare problemi all’interno del centro. Sul posto sono giunti prontamente i Carabinieri della locale Stazione guidati dal Comandante Andrea De Paduanis, gli agenti della Polizia Locale e i sanitari del 118 Basilicata Soccorso.

Presente anche l’Amministrazione comunale, con il vicesindaco Angela Carlucci che ha seguito l’evolversi della situazione. Dopo una consultazione tra gli intervenuti, il Comune ha emesso un’ordinanza per un Aso, vale a dire un accertamento sanitario obbligatorio. Così il nigeriano è stato trasferito al pronto soccorso del “San Carlo” di Potenza. Anche qui avrebbe creato qualche problema agli addetti ai lavori e ci sarebbero volute più persone per tenerlo calmo.

Il giovane è stato trattenuto diverse ore dai sanitari ed è risultato essere ubriaco. Lo stesso avrebbe creato problemi già le scorse sere nello stesso centro, con almeno tre episodi negli ultimi dieci giorni. Il 24enne è stato dimesso dal pronto soccorso ed ha fatto rientro a Bella, nel centro di accoglienza.

Stiamo lavorando con gli organi preposti – ha dichiarato il sindaco Leonardo Sabatoper evitare altre situazioni simili e garantire a tutti sicurezza e tranquillità, anche perché la comunità di Bella è conosciuta per la sua accoglienza ed integrazione”.

Claudio Buono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*