Niente barriere culturali e uniti sotto un’unica bandiera, quella dell’Europa. È questo uno degli obiettivi principali del progetto Erasmus Plus denominato “Great distance, No gap“, che vede tra i soggetti protagonisti i volontari delle associazioni Avis e Agio di Vietri di Potenza, che ospitato per dieci giorni un gruppo proveniente dalla Lituania composto da 24 persone, di cui 22 di età compresa tra i 16 e i 17 anni.

Tutti frequentanti un Liceo Ginnasio, fanno parte di un gruppo di ballo popolare denominato “Ŝiaulių Juliaus Janonio”.

Atterrati a Napoli, sono arrivati a Vietri il 5 dicembre e sono stati accolti al Convento dei Cappuccini, che ha ospitato il gruppo per vitto e alloggio.

In questi giorni si sono susseguite visite, incontri con le Istituzioni e scambio dei doni. Poi una visita guidata nel centro abitato, attività di laboratorio e workshop musicali. Il gruppo lituano ha anche visitato altri comuni lucani, come Pignola e Matera, confrontandosi anche sui balli della tradizione lucana e quella lituana.

Impegnati anche nei lavori di gruppo con i giovani vietresi e poi l’esibizione presso la sala convegni, in una iniziativa inserita nel cartellone degli eventi natalizi del Comune. Durante la serata di ieri il gruppo si è fatto conoscere e si è raccontato ai presenti.

A margine di quest’ultima iniziativa, il sindaco Christian Giordano ha sottolineato: “Siamo felici di ospitare sul nostro territorio gli amici lituani. Il confronto permette sempre una nuova conoscenza e dunque lo sviluppo culturale dei popoli. Piccole comunità come la nostra, attraverso tali iniziative, si aprono al mondo e quindi alla cultura. Complimenti alle associazioni promotrici e speriamo di intensificare questo genere di iniziative”.

– Claudio Buono –

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano